Assonautica: struttura e finalità

L'Associazione nazionale per la nautica da diporto - Assonautica - è stata costituita il 16 dicembre 1971 ad iniziativa dell’Unioncamere e di un nutrito gruppo di Camere di Commercio, nell’intento di tutelare gli interessi del diportismo nautico italiano, nonché di promuovere e favorire, più in generale, lo sviluppo del turismo nautico.
Attualmente sono associate ad Assonautica, oltre all’Unione nazionale delle Camere di Commercio (Unioncamere), all’Istituto Tagliacarne (per la promozione della cultura economica), all’UCINA (Unione nazionale dei cantieri, industrie nautiche ed affini), e alle Unioni regionali camerali della Lombardia e della Puglia, 45 Camere di Commercio.
L’organizzazione periferica di Assonautica è articolata in 42 Associazioni provinciali e 6 regionali, costituite ad iniziativa delle Camere di Commercio delle rispettive province. Sono in corso di costituzione diverse nuove sedi periferiche.
Assonautica è presente anche all’estero con la costituzione dell’Assonautica EuroMediterranea, per lo sviluppo della nautica e del turismo nautico tra i principali Paesi euromediterranei. Paesi che hanno già un’Assonautica sono l’Albania e Dubai.
L’Assonautica si pone, nella sua organizzazione centrale e periferica, quale espressione di Enti pubblici rappresentativi degli interessi congiunti di tutte le categorie economiche - come le Camere di Commercio - per la concreta attuazione della politica promozionale del sistema camerale nel settore della nautica da diporto e del turismo nautico, nonché delle varie attività di filiera ad esso collegate.
E’ una funzione che Assonautica assolve coinvolgendo anche imprese e operatori del settore, associazioni di categoria e persone fisiche direttamente o indirettamente interessate allo sviluppo della nautica da diporto, ritenendo il mercato del turismo nautico una componente essenziale per l’economia italiana .
Si tratta di un mercato nel quale fioriscono numerosi interessi ma dove non sempre domanda ed offerta riescono ad amalgamare la propria crescita. Ciò è dovuto principalmente all’esistenza di norme organizzative non più all’altezza dei tempi. In tale contesto Assonautica ambisce a svolgere un’efficace funzione di cerniera e di mediazione degli interessi privati e pubblici.
Questo ruolo pone Assonautica al di sopra degli interessi di altre organizzazioni operanti nel mercato del turismo nautico e favorisce un’utile e proficuo coordinamento delle varie forze impegnate nel settore, nel rispetto dei loro specifici programmi istituzionali.
Alla funzione strumentale di collaborazione con il sistema camerale per qualificare ed incrementare l’attività del settore nautico, si affianca quella di costituire un concreto ed efficace punto di riferimento sia per gli operatori del settore che per i diportisti.
L’impegno prioritario di Assonautica, al centro come in periferia, è quello di porre la propria struttura organizzativa in condizioni di essere un’autorevole portavoce dell’utenza nautica. Un impegno strettamente connesso alle finalità istitutive dell’Associazione, da perseguire attraverso l’offerta all’utenza nautica di servizi di più immediata necessità con sufficienti livelli di efficienza e produttività.
Ci si riferisce, in particolare, agli insediamenti ricettivi per la nautica da diporto e a tutte le attrezzature accessorie; ai servizi di assistenza tecnica, nei vari settori interessanti il diporto nautico; all’organizzazione di scuole per il conseguimento dei titoli per il comando e la condotta delle unità da diporto; all’assistenza in mare ed a quella legale, assicurativa e di informazione turistica; alla promozione di ogni altra attività rivolta al potenziamento del diporto nautico come fattore integrante del turismo nazionale ed internazionale.

Assonautica Italiana Piazza Sallustio, 21 -  Roma 00187 - Tel. +39-6-4704239/4704280 – fax +39-6-4828364
www.assonautica.it -  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.